stampe di acquerelli

stampe di acquerelli dai miei originali

Sempre più spesso vendo stampe di acquerelli ricavate dai miei originali e questo mi riempie di gioia.

Ma come sono queste stampe e come si ottengono?
Vi racconto il procedimento che uso e come le confeziono.

Dopo avere realizzato un mio acquerello originale lo scannerizzo ad altissima risoluzione e lo regolato nei colori con photoshop per renderlo uguale all’originale. Ottengo così un file digitale.

Faccio poi stampare il file su carta originale ad acquerello con inchiostri di alta qualità e protetto con spray ecologico per acquerelli. Questa finitura ha lo scopo di proteggerlo ulteriormente e farlo durare nel tempo perché le stampe, così come gli acquerelli originali, sono delicati e risentono di umidità, polvere e luce.

Una volta asciutto appongo  data e firma a mano sul retro.

Adesso procedo al confezionamento.

Ogni stampa viene avvolta separatamente, anche in caso di un set, da carta velina senza acidi.

Creo sul mio computer il certificato di originalità correlato di fotografia dell’opera e lo stampo. Questo riporterà anche il numero progressivo della stampa e verrà firmato a mano.

Adesso raccolgo le stampe, il certificato di originalità e, naturalmente, un biglietto di ringraziamento in una carta trasparente resistente e priva di acidi. Questa carta aiuta a proteggere le opere anche dall’umidità che spesso incontreranno nei giorni di spedizione.

Adesso non mi resta che inserire il tutto fra due cartoni per proteggerle da piegature e maltrattamenti vari degli spedizionieri. Completo con una busta imbottita e appongo l’ indirizzo del destinatario.

Mi sento sempre un po’ emozionata quando mi reco all’ufficio postale, so che le mie opere attraverseranno tanti Paesi per giungere a destinazione.

Questo video fa vedere il processo di packaging delle mie stampe!

ISCRIVITI al mio canale you tube per vedere tutti i miei video!

Iscriviti alle mie newsletter per rimanere sempre aggiornato su ciò che faccio e poter scaricare le mie risorse

seguimi su
se l’articolo ti piace condividilo

Commenti chiusi